SCONFINANDO - 
		Festival Internazionale di Musica & Suoni dal Mondo

XVIII edizione / 2009
Ti trovi: Sconfinando / Film "IO RICORDO"

19 LUGLIO ore 21,30
Film "IO RICORDO"
(Italia)

SARANNO PRESENTI

DOTT. CALOGERO PACI
Magistrato e Presidente della Fondazione Progetto Legalità in memoria di Paolo Borsellino

RUGGERO GABBAI
Regista e co-sceneggiatore del film "Io Ricordo"

LISA CASTAGNA
co-sceneggiatrice del film "Io Ricordo"

GIANFRANCO JANNUZZO
Attore e Interprete del film "Io Ricordo"

MARCO e DANIELE COHEN e MARIA LUISA BERNABO
Produzione Indiana Production Company

Io Ricordo ha ricevuto una targa dal Presidente della Repubblica ed è riconosciuto Progetto Speciale dal Ministero dei Beni Culturali.
.. «Io ricordo» è un lungo, straziante viaggio nei ricordi dei familiari delle vittime di mafia. La docufiction, liberamente tratta dal libro di Luigi Garlando. "Per questo mi chiamo Giovanni" edito da Fabbri, è prodotta dai fratelli Muccino, diretta da Ruggero Gabbai e scritta da Lisa Castagna, Marco Tagliabue e dallo stesso Gabbai (Canale 5, domenica, ore 0,05; sul tema anche «Matrix»). Un padre, Gianfranco Jannuzzo, cerca di spiegare al figlio che cosa sia la mafia, chi ha tentato di fermarla e perché ha voluto chiamarlo Giovanni, come Falcone. Questa minifiction funziona da supporto narrativo alla raccolta di testimonianze dei familiari delle vittime: padri, madri, fratelli, sorelle, mogli, un coro dolente di cognomi tristemente famosi e di altri ignoti ai più, tutti uniti dalla feroce spietatezza di un potere arcaico che si è sostituito alla Stato. «Una storia di dolore, di giustizia negata, di Stato assente o connivente», dice la figlia del giornalista Beppe Alfano (la notte dell'omicidio, agenti dei servizi fecero irruzione in casa sua sequestrando tutti i carteggi ed i documenti raccolti). «La mafia prima uccide con il piombo e poi con il discredito, la delegittimazione, il vuoto delle istituzioni». Le fa eco la moglie del Giudice Terranova: «Non ci rassegneremo mai a questo tipo di morte per la brutalità, per la volgaritÓ dell'assassinio». Ogni testimonianza è una ferita che si apre, scuote dall'indifferenza e dall'indolenza, punta il dito contro le Istituzioni, spesso asservite agli «uomini d'onore». «Io ricordo» è stato realizzato per essere proiettato nelle scuole, per mantenere viva la memoria dell'ingiustizia (l'odio sembra capace più della giustizia di serbare memoria; di questo si nutre la mafia), per non abbandonare le vittime al loro destino di oblio.

Aldo Grasso (26 maggio 2009) - Corriere della Sera

È il 23/05/2002: il piccolo Giovanni compie 10 anni e riceve da suo padre un regalo inaspettato. Ha promesso di spiegargli perchè l'hanno chiamato Giovanni. Per farlo gli dedica un'intera giornata in cui padre e figlio ripercorrono i luoghi dell'infanzia di un altro Giovanni: Falcone, ucciso 10 anni prima con la moglie e la scorta che lo proteggeva. 57 giorni dopo, il 19/07/1992 sarà ucciso anche Paolo Borsellino, sempre insieme alla scorta. Il piccolo Giovanni entra così in contatto con 26 storie legate alla storia d'Italia, raccontate dai familiari di vittime della mafia.

C'è una speranza? Si...

  • è il padre che decide di dedicare del tempo a suo figlio, che ha un problema di bullismo a scuola, per spiegare la prevaricazione, la sopraffazione, la violenza;
  • sono i familiari che non dimenticano e portano avanti l'impegno dei loro cari
  • sono i cittadini che, se smettono di voltarsi dall'altra parte, ottengono che le istituzioni non possano fare a meno di rispondere...

"Storie delle vittime di mafia raccontate dalle scuole", un libro che ha voluto ricostruire il filo di sangue che lega le storie di bambini, donne, lavoratori, magistrati, poliziotti, carabinieri, sindacalisti, imprenditori, politici caduti per mano mafiosa, alla Memoria che adesso si fa film, che entra nelle case, nelle scuole, nei cinema, nei luoghi di aggregazione, per far conoscere, per far capire, per far riflettere, per toccare cuori ed intelligenze, uno scatto d'orgoglio civile che si trasformi in comportamenti coerenti.
Il film, tratto anche dal lilbro "La memoria ritrovata. Storie delle vittime di mafia raccontate dalle scuole", Palumbo Editori, è stato prodotto in modo indipendente e sostenuto economicamente anche da cittadini che condividono il lavoro della Fondazione. Le musiche originali sono di Francesco Buzzurro.
Sono più di 30 i familiari delle vittime di Cosa nostra che mettono a nudo la dignità del proprio dolore e raccontano chi erano le persone che la mafia ha ucciso. Nomi spesso sconosciuti ai più o dimenticati da molti. Ne parlano in un linguaggio semplice e commovente i genitori, fratelli e sorelle, gli orfani.
Un racconto che nasce dal dolore e che si fa memoria, testimonianza, impegno civile. Perché le loro idee camminino sulle gambe di altri, come nella scena finale. Perché ricordare sia un'arma contro il potere mafioso che vince solo laddove regna il silenzio. Chi non ricorda non sa. Chi sa ha il dovere di agire: la neutralità, l'indifferenza, rendono complici: chi accetta le piccole illegalità avalla quelle più grandi. La legalità è la normalità, il semplice rispetto di norme che devono tutelare i diritti e i doveri di tutti. Perché la Storia siamo noi a farla, ogni giorno, con i nostri comportamenti.



FOTO DELLA SERATA di Giordano Benacci

Premere per ingrandire >> Film documento IO RICORDO (Italia) regia Ruggero Gabbai - Fondazione Progetto LegalitÓ Onlus - Indiana Productions Film documento IO RICORDO (Italia) regia Ruggero Gabbai - Fondazione Progetto LegalitÓ Onlus - Indiana Productions
Film documento IO RICORDO (Italia) regia Ruggero Gabbai - Fondazione Progetto LegalitÓ Onlus - Indiana Productions Film documento IO RICORDO (Italia) regia Ruggero Gabbai - Fondazione Progetto LegalitÓ Onlus - Indiana Productions Film documento IO RICORDO (Italia) regia Ruggero Gabbai - Fondazione Progetto LegalitÓ Onlus - Indiana Productions
Film documento IO RICORDO (Italia) regia Ruggero Gabbai - Fondazione Progetto LegalitÓ Onlus - Indiana Productions Film documento IO RICORDO (Italia) regia Ruggero Gabbai - Fondazione Progetto LegalitÓ Onlus - Indiana Productions Film documento IO RICORDO (Italia) regia Ruggero Gabbai - Fondazione Progetto LegalitÓ Onlus - Indiana Productions Film documento IO RICORDO (Italia) regia Ruggero Gabbai - Fondazione Progetto LegalitÓ Onlus - Indiana Productions Film documento IO RICORDO (Italia) regia Ruggero Gabbai - Fondazione Progetto LegalitÓ Onlus - Indiana Productions